Come ottenere una maggiore produzione in coltivazioni all’esterno?

Con l’arrivo di marzo le giornate si allungano, il sole emana più calore e il termometro inizia a salire, il che segna l’inizio della stagione della coltivazione all’esterno.

El cultivo de marihuana en el exterior es fácil y muy productivo.

Il sistema di coltivazione all’esterno della marijuana è il più semplice, perché sfrutta l’epoca del buon clima e le buone condizioni ambientali. Potrai coltivare le tue piante in orti, giardini, terrazze, balconi ecc. Non preoccuparti per la quantità di m2 che hai a disposizione e concentrati sulla produzione che otterrai per pianta.

Di seguito ti diamo vari consigli da tenere in considerazione per ottenere una pianta sana e ottenere così un’alta produzione alla fine del processo.

1- Scegliere il luogo dove coltivare

È molto importante che il luogo prescelto per la coltivazione delle piante di marijuana riceva la maggior quantità di ore di sole. Spesso, i coltivatori non hanno a disposizione zone costantemente soleggiate e devono piantare nel luogo che hanno a disposizione.

Se le tue piante ricevono almeno cinque o sei ore di sole, potranno svilupparsi correttamente. Con meno ore di sole, le piante di marijuana crescerebbero deboli e al momento della fioritura non sarebbero in grado di far crescere le cime.

2- Coltivazione sul terreno

Se fai parte dei fortunati che possono coltivare nell’ambiente naturale delle piante –il terreno– hai di che rallegrarti. Con poche cure avrai una grande raccolta e la probabilità di avere problemi durante la coltivazione sarà minore.

È importante che il terreno sia ricco di materia organica, che abbia un buon drenaggio per evitare così un terreno argilloso. Deve avere allo stesso tempo la capacità di trattenere acqua a sufficienza da non rendere il terreno troppo sabbioso.

Per preparare il terreno è importante scavare una buca con diametro e profondità di almeno cinquanta centimetri (se è grande il doppio, molto meglio). Si riempie direttamente con substrato reperibile in commercio, ma è possibile mischiare parte del terreno scavato con vari prodotti come humus di lombrico, torba, o perlite per prepararlo e ottenere la consistenza desiderata.

Con l’humus di lombrico e la torba miglioreremo notevolmente il potenziale del terreno e nutriremo piante che saranno grandi e produttive.

3- Coltivazione in vaso

Se hai intenzione di coltivare in vaso, ricorda che la quantità di terra che entra in un vaso è inferiore, per cui le radici della pianta di marijuana avranno uno sviluppo e una capacità di assorbimento limitati.

Più grande è, meglio è!

Pré-fleurs d'une plante de marijuana femelle.
Pre-fiori di una pianta di marijuana femmina.

I vasi grandi consentono uno sviluppo delle piante migliore e più produttivo.

Un altro fattore da tenere in considerazione quando si pianta in vaso è che le radici tendono a riscaldarsi troppo a causa delle alte temperature. Per questo ti consigliamo di usare vasi bianchi perché riflettono la luce e si mantengono molto più freschi. Un trucco per mantenere le radici della pianta di marijuana più fresche ed evitare il surriscaldamento è porre ogni vaso dentro un altro un po’ più grande. Otterremo così che si formi uno strato d’aria tra i vasi che serve come isolante del calore.

Le piante possono essere messe a germinare direttamente nel vaso definitivo, ma la maggior parte dei coltivatori preferisce far germinare a parte i semi, piantarli in vasi piccoli e trapiantarli in vasi via via più grandi man mano che crescono. È consigliabile trapiantare le piante di sera, così che avranno tutta la notte per riprendersi dallo shock derivante dal cambio di vaso.

4- Ambiente della coltivazione

A seconda della parte del mondo in cui ti trovi, dipenderai da un clima o un altro, per questo dovrai sapere quale varietà di semi piantare a seconda della genetica.

Se ti trovi in zone fredde, umide o piovose, è importante scegliere semi resistenti, perché saranno sottoposti agli attacchi fungini. Per ambienti di questo tipo di consigliamo le nostre varietà F1 Fast Version®, che sono versioni 100% dipendenti dal fotoperiodo e dalla fioritura ultrarapida.

Sweet Seeds S.L. non è responsabile per l’uso improprio delle informazioni contenute in questo articolo. La coltivazione di cannabis può costituire reato penale o illecito amministrativo; si prega di fare riferimento alla legislazione sulla cannabis nel proprio luogo di residenza. Sweet Seeds S.L. non intende in alcun caso istigare pratiche non legali.

 

Texto: @Sweet Seeds®