Il raccolto

Sicuramente ti sarai chiesto quando e come tagliare le tue piante di marijuana. Con questo articolo vogliamo aiutarti a risolvere tutti i dubbi e guidarti passo a passo affinché sappia come e quando devi farlo.

manicurado marihuana

Quando è il momento migliore per raccogliere?

La fioritura delle piante di solito dura in totale circa 8 settimane. Durante questo periodo di tempo si producono fiori e resine. Per sapere se questo periodo di tempo è terminato, osserveremo che non siano nati nuovi fiori e che la produzione di resina si sia fermata; questo è il momento di raccogliere.

Tuttavia, alcune settimane prima del momento migliore del raccolto, si possono osservare germogli più o meno formati, ma bisogna aver pazienza, dal momento che è durante le ultime settimane di fioritura quando i tricomi diventano più grossi più velocemente, essendo queste ultime settimane quelle di maggior importanza per riuscire a raggiungere la maggiore produzione possibile e il massimo livello di THC. Se i germogli vengono raccolti prima del tempo avranno effetti meno psicoattivi e avranno meno aroma.

Il momento di raccolta varia a seconda della varietà coltivata?

A seconda della varietà che coltiviamo, la data di raccolta può cambiare. Qui ti indichiamo dettagliatamente il periodo di raccolta secondo il tipo di varietà.

VarietàColtivazione IndoorColtivazione Outdoor
Dipendenti dal fotoperiodoTra le 7 o 9 settimane.Secondo la varietà scelta può variare tra settembre e ottobre.
F1 Fast Version®Dalle 6 o 7 settimane dopo il cambio del fotoperiodo a 12 ore di luce e 12 di oscurità.Il raccolto viene anticipato a 1 o 2 settimane rispetto alle versioni originali.
AutofiorentiDalle 7 o 9 settimane dalla germinazione.Dalle 7 o 9 settimane dalla germinazione.

cosecha marihuana

Decidere il giorno del raccolto

Esistono due forme di decidere il momento del raccolto:

1. Fare attenzione alle stigma dei fiori: questo è il metodo più semplice e facile. Consiste nel fare attenzione alle stigma (pistilli) dei fiori.

Quando più della metà delle stigma (peli di color bianco o rosa) diventano di color marrone, la pianta di marijuana è pronta per essere raccolta.

Secondo la varietà di marijuana piantata e i gusti di ogni coltivatore si può raccogliere quando la pianta presenta un 60-90% delle stigma marroni.

2. Osservare il colore di tricomi: Questo è un metodo più preciso e a sua volta più laborioso. Consiste nel controllare e osservare il colore delle ghiandole di resina dei fiori (tricomi). La resina, che contiene il THC, si trova nelle ghiandole che ricoprono i fiori. Queste ghiandole sono trasparenti nel processo di produzione di nuova resina, sino a che smettono di farlo. È in questo momento che cambiano colore e iniziano ad ingiallire fino a raggiungere un tono ambra.

Questo cambio di colore è osservabile con un microscopio del settore o una lente di ingrandimento da orologiaio. Il momento migliore per la raccolta è quando gran parte delle ghiandole raggiungono questo colore ambra, ma continuano ad esserci allo stesso tempo abbastanza ghiandole trasparenti.

Influenza del momento del raccolto nella psicoattività delle diverse varietà di cannabis dipendenti dal fotoperiodo (E AUTO)

VarietàRaccolto PrecoceRaccolto normaleRaccolto tardivo
IndicaRilassanti, ma non molto, permettono di far coseNarcotici e rilassanti, spesso troppo se si vuol rimanere attiviMolto narcotici, per dormire o per uso medicinale
IbridiDivertenti, senza accelerazioni bruscheBuon equilibrio relax/stimolazione, sono un po’ più attivi se domina la genetica sativa o rilassanti se tendono ad essere più indica.Rilassanti, ma non lasciano così abbandonati come un’indica
SativaAccelerati, alcuni quasi amfetaminiciStimolanti / celebrali / DivertentiCerebrali, ma più tendenti al meditativo, a volte quasi lisergici.

Le descrizioni degli effetti sono orientative; la psicoattività della marijuana è molto complessa, le genetiche molto diverse e ogni persona è differente, pertanto la gamma di effetti può variare molto.

I tipi di tricoma

I tricomi sono molto simili a peletti e ricoprono la superficie delle piante. Alcuni tipi di tricomi secernono sostanze (come la resina) e vengono chiamati tricomi ghiandolari o ghiandole di resina rispetto ai tricomi non ghiandolari che non secernono nulla.
Le ghiandole di resina di marijuana sono cellule che secernono essenzialmente composti terpenoidi. È in queste ghiandole in cui si sintetizza anche il THC, che è il principale composto psicoattivo della cannabis, tra molti altri cannabinoidi (CBD, CBDA, etc.).

Esistono vari tipi di tricomi ghiandolari e due non ghiandolari che non contengono né resina né cannabinoidi.

  • Tricomi ghiandolari bulbosi: Piccoli tricomi senza penducolo e con una piccola testa di circa 20 µ.
  • Tricomi ghiandolari penducolari con testa: Sono i principali responsabili della psicoattività della pianta. Sono coronati da una gran testa che nasce sopra un penducolo (hanno la forma di un leccalecca). La testa ha un diametro che può raggiungere i 100 µ.
  • Tricomi ghiandolari sessili con testa: Non hanno un penducolo ma una testa piena di resina e di dimensioni medie (40-60 µ).
  • Peli corti, gonfi alla base e alla punta. Contengono cristalli di ossalato di calcio. Li troviamo nella superficie, e agli estremi di foglie e brattee.
  • Peli unicellulari: Lunghi, stretti e a punta, non hanno testa e sembrano peli autentici. Ricoprono tutta la superficie della pianta.

cosecha marihuana

Trucchi e tecniche del raccolto

Di seguito ti lasciamo suggerimenti e trucchi per avere un raccolto ideale.

  • Annaffia solo con acqua durante le ultime due settimane precedenti alla raccolta (non usare concimi). Così si eliminano i nutrienti che restano del sostrato obbligando la pianta a consumare quelli che sono immagazzinati nei suoi tessuti. Questo renderà il sapore finale del germoglio più leggero.
  • Evita di raccogliere le piante se sono bagnate. È raccomandabile lasciare che si secchino ed evitare di aumentare l’umidità nell’essicatoio ed evitare così la comparsa di funghi.
  • Se hai ottenuto piante piccole, è meglio e più facile tagliarle dalla base dello stelo centrale e raccoglierle intere. Tuttavia, in presenza di piante di dimensioni più grandi è raccomandabile tagliare ramo per ramo, essendo più facile la potatura degli stessi.
  • In presenza di piantagioni più dense o piante grandi è normale che i germogli superiori maturino prima di quelli inferiori, pertanto una buona idea sarà raccogliere prima i rami più alti e lasciare la base delle piante un paio di settimane in più per fare in modo che maturino del tutto.

 

Texto: @Sweet Seeds®