Cosa sono gli antociani e dove si trovano?

Gli antociani o antocianine (dal greco anthos = fiore + kyáneos = blu) sono i pigmenti idrosolubili che si trovano nei vacuoli delle cellule vegetali e sono i responsabili di donare una tonalità rossa, viola o blu a foglie, fiori, fusti e frutti. I frutti e le verdure scure, di cui alcuni esempi sono more, prugne, uva, mirtilli, ciliegie o melanzane, sono ricche di antocianine.

Le antocianine nelle piante di cannabis

Nelle piante di cannabis, le foglie, i fusti e le cime tendono ad acquisire un colore giallastro o verde. Tuttavia, esistono genetiche che sono in grado di adottare tonalità rosse, bluastre o porpora. È per questo che, quando si parla di varietà di marijuana usando aggettivi come: red, purple o blue, viene suscitata la curiosità e l’interesse dei coltivatori di cannabis.

La collezione ricca di antocianine del catalogo di Sweet Seeds®, che possiede questa caratteristica tanto apprezzata in cui le piante di marijuana ottengono una pigmentazione di colore viola, blu o rossiccio nella fase di fioritura, prende il nome di: The Red Family.

Esistono centinaia di antocianine diverse e la loro combinazione nello stesso tessuto genera una grande varietà di intensità, tonalità e colori.

  • Malvidina: dà un colore viola.
  • Flavoni: danno un colore giallo.
  • Delfinidina: dà un colore blu.
  • Cianidina: dà un colore viola.
  • Pelargonidina : dà un colore rosso e aranciato.

A cosa è dovuto questo cambiamento nel colore delle nostre piante di marijuana?

La risposta a questa domanda va ricercata nella genetica delle piante. La nostra collezione The Red Family è stata sviluppata dopo lo svolgimento di vari processi di ibridazione e breeding selettiva di piante, per stabilire i geni necessari a generare questa colorazione nelle piante di cannabis.

Così come la potenza, il gusto e lo spessore delle cime è definito dai geni della varietà, lo stesso accade per il colore viola. In origine, la maggior parte delle varietà viola o viola scuro erano indica o ibridi con predominanza indica. Contenevano quasi sempre genetica afgana o kush. Il loro effetto era principalmente rilassante e narcotico, come solitamente avviene nelle genetiche indica.

Grazie a questi studi e programmi di ibridazione, siamo stati in grado di garantire in molte delle nostre varietà The Red Family che fino al 95% degli individui acquisiscano tonalità porpora, blu e rossastre. Tuttavia, continuiamo a lavorare per riuscire ad aumentare le percentuali di colorazione ottenuti nelle nostre piante dal fiore rosso.

Resine con tonalità rosse, blu o porpora?

Se ritieni che coltivare una pianta di cannabis con tonalità rosse, blu o viola è incredibile, immagina di poter ottenere estrazioni di resina delle cime di questa bellissima pianta. Le antocianine sono presenti anche all’interno delle ghiandole di resina (tricomi), dando luogo a estrazioni di impareggiabile bellezza.

Altri fattori che possono causare un cambiamento nella colorazione nelle nostre piante

Esistono vari fattori che possono far sì che alcune piante di cannabis mostrino tonalità viola, rosse o blu.

  • Condizioni climatiche: si tratta di uno dei fattori che possono causare cambiamenti nelle tonalità della pianta. Soprattutto quando le temperature notturne sono più fredde, oppure nei cadi di piante di marijuana coltivate all’esterno che affrontano una fine estate più fresca del solito.
    Ciò è dovuto al fatto che le piante di marijuana quando sono esposte a condizioni climatiche fredde, producono meno clorofilla (il pigmento che causa il colore verde delle piante), consentendo così di notare altri pigmenti. Nelle nostre varietà The Red Family facciamo in modo che il 95% delle piante adottino queste tonalità in maniera naturale grazie alla loro genetica, senza bisogno che la pianta sia sottoposta ad alcun processo. Potrai osservare come le foglie, le cime e perfino le ghiandole di resina acquisiscono questo colore.
  • Carenze nutrizionali: questo è un altro dei fattori che possono causare una variazione nella colorazione delle piante di cannabis. Eventuali carenze di fosforo o azoto possono far sì che la pianta diventi di colore viola. Una carenza di zolfo, invece, potrebbe causare la comparsa di righe di color porpora nel fusto della pianta.
  • Variazioni di temperatura: un altro fattore per cui le piante passano da una colorazione verde a una viola, rosso o blu è costituito dalle escursioni termiche tra il giorno e la notte. Se, quando arriva la notte, la temperatura cade di oltre 10 ºC, le antocianine hanno una maggiore probabilità di manifestarsi.
  • Livelli di pH: esiste una grande correlazione tra il livello di pH e il colore causato dalle antocianine. Quando l’acidità è elevata si ottengono toni più rossastri, mentre una maggiore alcalinità causerà toni più bluastri. Se il livello di pH è bilanciato tra acidità e alcalinità, nelle piante di cannabis compariranno i colori porpora o viola.

Esiste una correlazione tra le antocianine e le proprietà terapeutiche della cannabis?

I flavonoidi e le antocianine hanno importanti proprietà farmacologiche e terapeutiche, e questo ha suscitato grande interesse tra gli studiosi. Dopo lo svolgimento di diverse prove in vitro, sono state dimostrate importanti proprietà quali: antiossidanti, antiallergiche, antibiotiche, antinfiammatorie, neuroprotettrici e antitumorali.

Gli esseri umani consumiamo alimenti ricchi di flavonoidi tutti i giorni. Queste sostanze si trovano solitamente nelle verdure e sono, con ogni probabilità, le responsabili del grande apporto benefico sulla salute delle persone che adottano diete ricche di frutta e verdura.

Alcuni degli alimenti maggiormente ricchi di antocianine sono: mirtilli, le bacche di goji o le more, ritenute molto benefiche per la salute, soprattutto per le loro proprietà antiossidanti.

Coltiva la tua pianta di marijuana e preparati ad arrossire

Ricorda che le piante di marijuana possono acquisire colori violacei, rossi e bluastri nella loro fase di fioritura. Ecco perché inserire qualche seme femminizzato The Red Family nella tua coltivazione di marijuana ti farà arrossire quando le tue piante inizieranno a mostrare tutte le loro bellissime tonalità nelle foglie e nelle cime.

Sweet Seeds S.L. non è responsabile per l’uso improprio delle informazioni contenute in questo articolo. La coltivazione di cannabis può costituire reato penale o illecito amministrativo; si prega di fare riferimento alla legislazione sulla cannabis nel proprio luogo di residenza. Sweet Seeds S.L. non intende in alcun caso istigare pratiche non legali.

 

Texto: @Sweet Seeds®